Amici di Italo Agrò

Huffington Post 24 maggio 2016. Pizzarotti non ha ragione

L’abuso di Pizzarotti

PIZZAROTTI

Le questioni in ballo con il direttorio di M5S investono il metodo di scelta degli assessori e, in particolare, di quello alla cultura: una raccolta di “curriculum” via web che ha prodotto l’assunzione della responsabilità della cultura di Maria Laura Ferraris, dalle incerte esperienze e, soprattutto, così poco impegnata a Torino, la sua città, da poter abbandonare immediatamente tutto insediandosi nel prestigioso incarico.

Leggi tutto

Mondo Operaio appello per il Sì nel referendum costituzionale

Nova Logo

Perché votare a favore della riforma costituzionale

Perché votare a favore della riforma costituzionale
By Mondoperaio / 20 maggio 2016

Il direttore di Mondoperaio e molti collaboratori della rivista hanno diffuso un documento per sostenere il Sì nella prossima consultazione referendaria.  Di seguito il link al testo dell’appello ed il dibattito aperto da Gianfranco Pasquino

Sono passati quasi quarant’anni da quando, sulle colonne di Mondoperaio, si aprì il dibattito sulla riforma della Costituzione. Allora la nostra era una vox clamantis in deserto, anche se già da allora era evidente la necessità di correggere la deriva assembleare  in cui era caduto il nostro parlamentarismo.

Leggi tutto

Cautela in Libia (ItaliaOggi 19 maggio 2016, pag. 14)

È giusto dare atto al governo italiano dell’esercizio della virtù della prudenza di fronte al nascere e all’aggravarsi della crisi libica, figlia dell’avventato attacco di Stati Uniti e Francia (cui si aggiunse l’Italia, firmataria con Silvio Berlusconi di un patto di amicizia e collaborazione col colonnello Gheddafi). Storia passata, ma non tanto visto che il presidente Obama ha nei giorni scorsi dichiarato che l’attacco è stato un errore. Soprattutto perché è mancata un’idea praticabile sul dopo. La sensazione diffusa a Palazzo Baracchini (ministero della difesa), alla Farnesina (esteri) e in piazzale Enrico Mattei (Eni) che il «target» principale del presidente francese Sarkozy sia stato sostituire l’Italia nei suoi rapporti privilegiati. Leggi tutto

Missili americani in Romania (La Sicilia 18 maggio 2016, pagg. 1 e 31)

Il germe della follia s’è insediato nel cuore dell’Occidente, la Casa Bianca di Washington, colpendo il presidente Obama. Abbandonato (si fa per dire, visto che dopo il ritiro delle truppe, gli americani e loro alleati, tra cui l’Italia, sono rimasti o sono tornati) il grande gioco che Bush aveva affrontato in Iraq e in Afghanistan, s’è infilato in guai ben peggiori dal punto di vista della strategia globale. Basti ricordare l’operazione «Primavera araba», i cui risultati visibili sono ben magri, giacché gli scenari nel Nord-Africa sono notevolmente peggiorati, da cui è sorta una drammatica questione siriana, posta oggi sotto relativo controllo per merito dell’ingresso nella contesa della Russia. Leggi tutto

  • Time Theme

    Diomenico Cacopardo, scrittore

  • email: cacopardo@cacopardo.it

    Roma - Parma